Pubblicato il

Edizioni Baldini & Castoldi

Fondata nel 1897 come Baldini & Castoldi, con sede nella Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Ne erano soci Ettore BaldiniAntenore CastoldiAlceste Borella e il poeta Gian Pietro Lucini.

Nel 1940 la gestione si rinnovò con l’entrata di Enrico Castoldi che aprì maggiormente alla presenza in catalogo di autori stranieri. Inizia però anche un calo delle vendite che negli anni settanta portò la casa editrice sull’orlo del fallimento. La casa non chiuse, ma dal 1981 non pubblicò più nulla fino al 1991 quando Alessandro Dalai rilanciò il marchio avvalendosi della collaborazione dello zio Oreste del Buono.

Nel maggio 2003, la società assume il nome di Baldini Castoldi Dalai Editore, poi solo B.C. Dalai Editore. Nel 2011 infine il marchio cambia il nome in Dalai Editore e il marchio “Baldini & Castoldi” viene mantenuto come nome di collana.

Tra il 2011 e il 2012, tuttavia, la casa editrice si trova ad affrontare una nuova crisi aziendale. A febbraio del 2014 la società fallisce definitivamente.

Nel frattempo la sigla editoriale è stata presa in affitto, con l’obiettivo di continuarne l’attività, da una nuova società denominata nuovamente Baldini&Castoldi srl, distribuita da Messaggerie e promossa da Libromania e fondata da Michele Dalai (figlio dell’editore) e da Filippo Vannuccini.

Nel giugno 2017 il controllo dell’azienda viene acquisito dalla casa editrice La nave di Teseo, divenuta titolare del 95% del capitale sociale. Il 5% rimane a Filippo Vannuccini, mentre lascia Michele Dalai.

Non sono stati trovati articoli correlati.